Lo sfogo di una forestiera: «Vengo a Margherita perché ho problemi respiratori, ma non riesco a raggiungere il mare»

MARGHERITA DI SAVOIA - «….“Io vengo qui a Margherita di Savoia, perché ho problemi respiratori. Spendo soldi e non posso raggiungere il mare, che tanto bene fa alla Mia salute”.

Ill.mo sig. Sindaco, sono queste le parole con le quali, nelle prime ore del mattino odierna, si è a Me rivolta una anziana sig.ra, non del luogo,

La sig.ra si è espressa con evidente rabbia, perché fortemente desiderosa di raggiungere la spiaggia e il bagnasciuga marino, per ragioni di salute, ma realmente impedita, dal precludente stato dei luoghi.

Il desiderio della anziana forestiera sig.ra, sicuramente simile a quello di tantissime altre persone, se non della intera popolazione Salinara, di voler raggiungere la riva marina è rimasto sovrastato e oppresso dalla evidente sua delusione, generata da un ingiustificabile e ormai insostenibile impedimento, determinato dalla arbitraria totale chiusura degli accessi al mare e alla spiaggia e, a lunghi tratti, dalla loro visibilità.

Grazie a una “forzatura”, dopo essere però rimasta “sbalordita” dal tentativo di reazione tenuto da un “guardiano di uno stabilimento balneare” che, in un primo momento, ha accennato di fermarla e, immediatamente dopo, preso certamente da senso di “riconosciuta colpa”, la sig.ra forestiera è finalmente riuscita a raggiungere l’agognato bagnasciuga, soddisfacendo, così, il proprio desiderio che, in verità, per quanto enorme, si colloca, certamente, in una posizione minore, rispetto al diritto che ognuno di Noi ha di vedere e raggiungere i meravigliosi beni demaniali, in ogni istante della giornata e per tutto l’arco dell’anno.

Nei mesi passati, attraverso alcune pubblicate lettere (leggi, ndr), ho avuto modo di ampiamente esprimerMi, su questo argomento, meritevole di particolare attenzione, non solo per la tutela della dignità degli abitanti salinari ma anche del paesaggio e della intera economia locale.

La invito, pertanto a voler prendere, sin da ora, seri e inderogabili provvedimenti perché la lamentata situazione, volutamente rimasta circoscritta negli ambiti locali, nella vana speranza di vedersi attuate iniziative solutorie, possa trovare immediata e definitiva soluzione, non trascurando che, la inerzia in provvedimenti o iniziative, Mi vedranno costretto a portare la incresciosa situazione alla valutazione di Tutte le competenti Autorità.

Certo del Suo proficuo e definitorio intervento, La ossequio.»

avv. COSIMO DAMIANO CRISTIANO