“Acqua torbida e maleodorante a Carmosina”, il sindaco Lodispoto ordina la messa in sicurezza della foce per motivi igienico-sanitari

MARGHERITA DI SAVOIA - A seguito di una segnalazione che il 29 luglio scorso la Prefettura BAT ha inoltrato al Comune di Margherita di Savoia, al Comando Carabinieri per la Tutela Ambientale - Nucleo Operativo Ecologico di Bari - e al Consorzio di Bonifica, avente ad oggetto la presenza di acqua torbida e maleodorante affluente l'impianto idrovoro “Salpi” di Trinitapoli - che ha sbocco nel canale e nella foce Carmosina (ricadente nel territorio del Comune di Margherita di Savoia) -, al fine di evitare il ripetersi di incresciose situazioni ambientali e sanitarie della foce Carmosina, si è resa necessaria l’adozione di provvedimenti urgenti a tutela della pubblica e privata salute.

Con Ordinanza n.92 del 7 agosto scorso (leggi), il sindaco di Margherita di Savoia, avv. Bernardo Lodispoto, ravvisata la necessità e l’urgenza di intervenire al fine di prevenire l’insorgere di emergenze sanitarie e/o di igiene pubblica del territorio riguardante foce Carmosina e alle spiagge attigue durante il periodo di balneazione, ha ordinato la messa in sicurezza della foce del canale Carmosina, consistente nello sbarramento del deflusso delle acque putride e contenenti sostanze schiumose nel mare nel periodo balneare e la rimozione dello stesso sbarramento nell’eventualità di consistenti eventi piovosi.

L’ordinanza è stata immediatamente notificata a tutte le Autorità competenti.

Redazione CorriereOfanto.it (Foto di repertorio)

box sos autospurgo