Tedesco: «Con “Best water” desalinizzeremo i nostri campi e le falde acquifere»

TRINITAPOLI - “Desalinizzare i nostri campi e le falde acquifere”. È questo l’obiettivo del progetto “Best water”, come spiega l’assessore ai Lavori Pubblici, Giustino Tedesco, che lo scorso 9 maggio ha guidato l’adesione del Comune di Trinitapoli al protocollo di intesa con Albania e Montenegro.

Lo scopo principale del progetto (Best Water - Blue Economy Measures, AS bioremediation, for saline water in high anthropic impact areas) è quello di definire la migliore strategia per ridurre la concentrazione salina causata dalle attività antropiche e/o dall’eccessivo sfruttamento. “Questo intervento tende a migliorare la qualità produttiva dei terreni agricoli in prossimità delle vasche salanti - spiega ancora l’assessore casalino - riducendo la concentrazione salina delle acque sotterranee”.

Si tratta di una intesa transfrontaliera, perché interesserà l’Italia, l’Albania e il Montenegro, in aree aride o semi-aride in cui la ricarica naturale di acqua è spesso insufficiente a soddisfare la domanda locale di acqua e che porta ad un eccessivo sfruttamento delle risorse sotterranee e di conseguenza ad una diminuzione delle falde acquifere, oltre all’aumento della salinizzazione. Le aree interessate dal progetto sono i terreni agricoli in prossimità delle vasche salanti.

“Il progetto - commenta il sindaco Francesco di Feo - intende promuovere un modello di gestione integrata dell’acqua finalizzato al recupero di acquiferi in prossimità di zone costiere, interessate da fenomeni di intrusione del cuneo salino. Valorizzando le acque affinate e depurate, secondo un approccio basato su European Innovation Partnerships del ciclo della risorsa idrica, migliorerà la qualità ambientale ed agronomica dei territori”.

Comunicato Stampa