San Ferdinando, inaugurato il nuovo Palazzetto dello Sport. Puttilli: «Conseguito un altro obiettivo programmatico»

SAN FERDINANDO DI PUGLIA - Alla presenza del Presidente della Provincia BAT, Bernardo Lodispoto, dei Consiglieri regionali, Filippo Caracciolo e Giuseppe Tupputi, del Presidente regionale del CONI, Angelo Giliberto, delle Associazioni sportive locali, ennesimo taglio del nastro a San Ferdinando di Puglia: il nuovo Palazzetto dello Sport, sito in via Spadolini, di fianco alla Piscina comunale. (Foto)

Ancora una volta, grande entusiasmo tra il pubblico presente (accesso con Green Pass). Dopo il taglio del nastro, sfilata di tutte le Associazioni sportive locali e premiazione di tutte le vecchie glorie (allenatori e presidenti del Basket sanferdinandese). A seguire, esibizioni di danza, tennis tavolo, minibasket e basket.

Insomma, un’altra magnifica giornata all’insegna dello Sport che, così come recita la targa scoperta subito dopo il taglio del nastro, garantisce alla comunità “la crescita del benessere fisico ed educativo e della coesione sociale delle presenti e future generazioni”.

“Siamo ovviamente fieri di aver conseguito questo ulteriore e fondamentale obiettivo programmatico - ha dichiarato il sindaco Salvatore Puttilli -. Anche in questo caso, lo avevamo promesso e lo abbiamo realizzato, peraltro durante la pandemia.

Desidero ringraziare per l’intenso e complicato lavoro svolto, l’Assessore allo Sport Pino Bruno, le Giunte da me presiedute e i Consiglieri comunali che, in questi anni, hanno approvato i relativi provvedimenti, il personale dell’Ufficio Tecnico del Comune, il Direttore dei lavori.

Come Sindaco, sono fiero di donare alla comunità, a tutta la comunità, a prescindere dalle appartenenze politiche o ideologiche, un’altra struttura pubblica, così tanto attesa ed aperta, perché idonea alla pratica di numerosi sport, quali: basket, pallavolo, calcio a cinque ed altri.

Ora - conclude il sindaco Puttilli -, spetta alla comunità cittadina avere cura e rispetto di tutte queste strutture pubbliche che abbiamo voluto e realizzato soprattutto a beneficio delle generazioni future».

Redazione CorriereOfanto.it

box coldiretti