Furto al Comune, Galiotta: «Marrano chieda scusa ai cittadini. Assessore e Comandante PM ancora al loro posto?»

MARGHERITA DI SAVOIA - «La realtà è una sola, le verità tante quanti sono i suoi punti di vista.

Resto profondamente colpita e sorpresa nel leggere le dichiarazioni del Sindaco Marrano, tra l’altro ad una settimana dall’accaduto, in merito al furto compiuto nel Comando di Polizia Municipale.

L’articolo cita: “Episodio da condannare”, “attendiamo la conclusione delle indagini spero in tempi brevi”, “costituzione di parte civile del Comune nell’eventuale procedimento contro i responsabili del furto”.

Tutto qua?

Non crede che la prima cosa che avrebbe dovuto fare era chiedere scusa ai cittadini salinari, visto che sono stati rubati soldi pubblici?

Forse, sig. Sindaco, Le sfugge un particolare importante: i soldi non sono stati rubati dai parcometri presenti sul territorio margheritano ma dalla cassaforte presente all’interno del Palazzo di Città; quel luogo che per mandato dei cittadini Lei avrebbe dovuto custodire.

Come Lei stesso ha dichiarato nella sua nota, quest’anno dai parcheggi si è potuto incassare di più rispetto all’anno passato perché grazie all’intervento encomiabile delle forze dell’ordine si è potuto contrastare il fenomeno dei parcheggi abusivi.

Quindi, sig. Sindaco, nel 2016 abbiamo avuto poche entrate dalla gestione dei parcheggi perché non riuscivate a contrastare il fenomeno degli abusivi, mentre quest’anno avete contrastato gli abusivi ma i soldi ve li siete fatti rubare direttamente nel Palazzo di Città.

Conclusione: per due anni dalla gestione in house dei parcheggi non abbiamo guadagnato nulla.

A questo va aggiunto che dalla gestione parcheggi affidata alla Gielle Service Srl nel 2014 non ci sono stati incassi perché avete barattato la gestione della sosta a pagamento con l’asfalto nell’area mercatale (già rifatta numerose volte a spese del Comune), mentre dalla gestione del 2015 non avete ancora incassato la seconda rata della gestione pari ad € 50.000,00, creando l’ennesimo contenzioso.

In tutto questo, sig. Sindaco, c’è un minimo comune denominatore e cioè che dal 2014 al 2017 l’assessore alle Attività Produttive e il Comandante di PM che Lei ha scelto e voluto qui a Margherita di Savoia, entrambi responsabili della gestione dei parcheggi, sono sempre gli stessi e sempre seduti sulle loro comode poltrone.

Quindi, sig. Sindaco, oltre alle scuse ai cittadini per non aver saputo custodire il Palazzo di Città, deve dirci perché non ha ancora preso provvedimenti nei confronti di coloro che avevano la Responsabilità di gestire i soldi incassati dal servizio di sosta a pagamento.

Le ricordo che nel 2013, senza alcun motivo, Lei sig. Sindaco, ha rimosso il Comandante di PM Nicola De Vincenziis.

Attendiamo fiduciosi di conoscere quali provvedimenti saranno adottati nei confronti dei Responsabili della gestione parcheggi e di sapere se si prefigura un danno erariale visto che le somme rubate sono state impegnate in bilancio.»

GRAZIA GALIOTTA (Consigliera comunale)

box smeraldo