Natale in un libro: grandissimo successo per la fiera natalizia dedicata al noto racconto di Charles Dickens “A Christmas Carol”

SAN FERDINANDO DI PUGLIA - È stato inaugurato all’Istituto comprensivo “Giovanni XXIII” di San Ferdinando di Puglia la Fiera natalizia “Natale in un libro” dedicata al noto racconto di Charles Dickens A Christmas Carol, un classico della letteratura in cui ritrovare i principi di uguaglianza e fraternità nei rapporti umani.

Alla presenza del Dirigente scolastico, Carmine Gissi, del Sindaco Salvatore Puttilli, dell’Assessore alla Pubblica Istruzione, Arianna Camporeale, del Parroco della Chiesa del Rosario, Padre Luigi Murra, dei docenti, dei genitori e soprattutto dei bambini e delle bambine, dei ragazzi e delle ragazze della scuola è stata avviata la visita ad un percorso che ha sapientemente ricreato l’ambiente della Londra dell’Ottocento, per testimoniare che la scuola non è soltanto l’ambiente dove la conoscenza si diffonde e si vivifica, ma diventa anche custode privilegiata di antiche tradizioni, assolvendo al compito primario di educare le future generazioni  alla gentilezza, alla generosità, alla solidarietà.

In particolare le Insegnanti della Scuola primaria, con la preziosa ed indispensabile collaborazione dei genitori e delle famiglie degli studenti, hanno predisposto chalet e bancarelle, per offrire ai visitatori il meglio dell’oggettistica natalizia e la degustazione delle specialità culinarie e delle prelibatezze tipiche della nostra tradizione locale.

Il ricavato della Fiera natalizia sarà destinato all’allestimento di un’aula didattica digitale e sarà devoluto in beneficienza ad Associazioni di volontariato.

“L’intera comunità scolastica del “Giovanni XXIII” - ha dichiarato il Preside Carmine Gissi - vuole con questa iniziativa creare un clima di reciproca cooperazione fra tutte le agenzie educative della città e del territorio, un rinnovato rapporto di collaborazione con le famiglie, proposte di nuovi modelli culturali per le giovani generazioni improntati al rispetto degli altri, all’accoglienza, alla tolleranza, alla pace”.

GAETANO DALOISO