___________
  • Slide Barra

A San Ferdinando di Puglia una panchina letteraria e la firma del protocollo antiviolenza per celebrare l’8 marzo

A San Ferdinando di Puglia una panchina letteraria e la firma del protocollo antiviolenza per celebrare l’8 marzo A San Ferdinando di Puglia una panchina letteraria e la firma del protocollo antiviolenza per celebrare l’8 marzo
Watch the video

SAN FERDINANDO DI PUGLIA - Anche San Ferdinando di Puglia ha celebrato la Giornata internazionale della donna con una doppia iniziativa di importante valore sociale.

Nella mattinata dell’8 marzo è stata presentata al paese ofantino la panchina letteraria situata in piazza della Costituzione, luogo centrale della vita sanferdinandese e non scelto a caso dall’amministrazione comunale. La panchina vuole rappresentare il simbolo della prevenzione dalle discriminazioni legale al genere e la promozione delle pari opportunità; su di essa è stata riportata una citazione di “Orgoglio e Pregiudizio” della scrittrice Jane Austen e il numero pubblico per contattare il centro antiviolenza.

«L’idea era quella di una panchina che veicolasse un messaggio di contrastato alla violenza di genere - ha spigato Arianna Camporeale, vicesindaco e assessore alle Politiche sociali di San Ferdinando di Puglia. Ed infatti è una panchina dedicata ad un romanzo famoso scritto proprio da una donna che manda un messaggio di coraggio e contrasto alla paura».

Successivamente all’interno del palazzo di città è avvenuta la firma del protocollo interistituzionale nell’Ambito Tavoliere Meridionale che applicherà le linee guida regionali sul maltrattamento di donne e minori. Tutte queste iniziative per celebrare l’8 marzo sono state realizzate in sinergia con l’Osservatorio “Giulia e Rossella” Centro Antiviolenza Onlus di Barletta, dal quale sottolineano che c’è ancora molto da fare su questo tema delicato: «I passi avanti grazie ai centri antiviolenza e dei territori sensibili come questo ne sono stati fatti tantissimi - racconta Laura Pasquino, referente Osservatorio CAV “Giulia e Rossella” -, ma il Covid-19 ha purtroppo segnato una battuta d’arresto, perché le donne sono ancora di più discriminate rispetto all’occupazione. Ovviamente una donna che ha dei figli e che non è autonoma economicamente è una donna molto spesso ostaggio di un soggetto violento». (Foto)

A sottoscrivere il patto il sindaco di San Ferdinando di Puglia, Salvatore Puttilli: «L’impegno che dobbiamo prendere oggi è appunto di non rendere sporadici questi nostri appuntamenti - ha sottolineato Puttilli -, ma un segno tangibile di una continuità concreta e che debba fungere da stimolo nei confronti delle sfide che dobbiamo raccogliere sulla parità di genere».

GAETANO DALOISO

box terme