___________
  • Slide Barra

Comunali Trinitapoli 2024, trionfa Francesco di Feo: “Ringrazio la città, che ha sempre creduto in me”

TRINITAPOLI - Francesco di Feo è stato rieletto sindaco di Trinitapoli con 2920 voti (36%), superando di soli 146 voti Anna Maria Tarantino, candidata sindaca di “Trinitapoli buona Politica”, che ha ottenuto 2774 voti (34,19%), e il suo ex “delfino” Emanuele Losapio, capolista di “SìAmo Trinitapoli”, 2419 voti (29,82%), già sindaco dal 22 settembre 2020 al 1 aprile 2022, quando il Comune di Trinitapoli fu sciolto per contiguità mafiosa.

risultati finali

Anche nelle due precedenti competizioni amministrative, Francesco di Feo, 53 anni, avvocato, aveva battuto Anna Maria Tarantino (capolista di “Vie nuove” nel 2011 e di “Trinitapoli nel cuore” nel 2016). Oltre che sindaco, Francesco di Feo, essendo stato primo dei non eletti alle Regionali del 2020, con Fratelli d’Italia, dietro Francesco Ventola, è divenuto consigliere regionale. Con l’elezione di quest’ultimo alle Europee, ha acquisito il diritto di entrare in consiglio regionale. Ma, come anticipato, rinuncerà a trasferirsi a Bari. E definisce il suo gesto un atto di amore per la città e di gratitudine verso gli elettori.

“Ringrazio la città - ha esordito il neo primo cittadino - che ha sempre creduto in me: nel 2011, nel 2016 e in questa, che era la più difficile, perché avevo contro tutto e tutti. Sarò sempre grato a questa città per quello che ha fatto e cercherò di ripagarla per quello che si merita. La verità - aggiunge di Feo - sta trionfando, perché non era soltanto una campagna elettorale, una campagna difficile per quello che era accaduto nel 2020. Sono contento - aggiunge - perché Trinitapoli ha capito che da questa parte ci sono solo persone oneste e per bene che hanno lavorato per la città”. (Video Amica9 TV - Video Telesveva)

Poi, di Feo è tornato a fermare la sua attenzione sullo scioglimento del consiglio comunale di Trinitapoli per condizionamenti mafiosi: “Si è trattato - ha ribadito - di un complotto politico, costruito su una norma (art. 143 del TUEL) che si fonda sul sospetto. A Trinitapoli - afferma di Feo - v’è presenza di delinquenza, come testimoniato da furti, rapine e incendi di autovetture di funzionari e sindaci, ma non di mafia”. (Approfondimenti, ndr)

albo trinitapoli

Ma quali saranno le prime mosse da neo sindaco? “Innanzitutto - spiega Francesco di Feo - devo capire qual è la situazione all’interno della macchina dell’ente e prenderò contatti con tutti i funzionari e i dipendenti”. È stata una campagna elettorale, mai come questa volta, anomala, infarcita di odio, aggressività, insinuazioni ed esasperata dall’uso dei social.

Questa la composizione del nuovo consiglio comunale: il sindaco Francesco di Feo sarà sostenuto da una maggioranza di 11 consiglieri: Cosimo Damiano Muoio, Maria Grazia Iannella, Antonia Iodice, Maria Rosaria Capodivento, Giovanni Landriscina, Loredana Lionetti, Pietro De Angelis, Carmen Clemente, Michele Ingianni, Beppe Calò e Annamaria Colia. Le opposizioni saranno rappresentate da cinque consiglieri, tre della lista “Trinitapoli buona Politica” (Anna Maria Tarantino, Tiziana Raffaella De Pasquale, Michele Triglione) e due di “SìAmo Trinitapoli” (Emanuele Losapio e Anna Marta Patruno). (Dati preferenze)

GAETANO SAMELE