LibriAmo 2022 chiude domenica in un pub con i giovani

TRINITAPOLI - Si chiude domenica 18 dicembre il programma di LibriAmo 2022 con la presentazione del pamphlet “Sdraiati noi? Interviste ai giovani del terzo millennio”, una raccolta di 11 interviste ai giovani, con la prefazione dello scrittore Simone Oggionni, che la scorsa estate furono pubblicate su CorriereOfanto.it nella rubrica “GENERAZIONE FUTURO”.

Non sarà una presentazione canonica, sia per il luogo dove si svolgerà (Butterfly Cafè, a Trinitapoli, ore 18) che per il format basato su una chiacchierata con i protagonisti del volumetto condotta da Raffaele Di Biase. Ospite della serata Tony Di Corcia, il giornalista (nella foto in alto) che una decina di anni fa ha diretto un laboratorio di giornalismo, organizzato dal Centro di Lettura Globeglotter, che fu frequentato da alcuni dei ragazzi intervistati, oggi affermati professionisti.

cultura tri libriamo chiusura 02

Ho avuto la grande opportunità di conoscere numerose generazioni di giovani durante i miei decenni di insegnamento e posso tranquillamente affermare che di crisi dei valori, di apatia, di scarsa attitudine alla fatica e di smodato attaccamento alla musica e al divertimento ne parlavano anche mia nonna e mia madre ogniqualvolta tornavo da un corteo politico. Certo, dei giovani sono mutati gli strumenti di comunicazione, di “locomozione”, i comportamenti, i modi di aggregarsi, di amare e di desiderare, ma non si può sminuire la nuova generazione che, in alcuni casi (abuso dei social, shopping dipendenze et similia) sembra la fotocopia di quella vecchia. “Si sa che la gente dà buoni consigli se non può più dare cattivo esempio”, cantava Fabrizio De Andrè.

Bisogna usare sempre una lente di ingrandimento per far notare iniziative autonome, cortei contro il cambiamento climatico, organizzazioni informali di serate, concerti, manifestazioni sportive, attività ricreative, momenti di sostegno a coetanei in difficoltà con cui ragazzi e ragazze riempiono apparenti giornate di riposo, tra un divano e una sdraio. Poco spazio viene dato alla generosità che gli adolescenti esprimono nelle associazioni, nelle cooperative, nel volontariato, nelle iniziative culturali. Nessuno o poco spazio a chi, quotidianamente, nonostante le enormi difficoltà di un mondo che, per la prima volta, prospetta per il futuro un orizzonte peggiore di quello precedente, coltiva i propri sogni, i propri obiettivi, le proprie ambizioni.

È un po’ il senso di questo volume. Un piccolo campione di 11 giovani, sicuramente più fortunati di altri, ci fa capire che cosa potrebbe succedere se un fiume impetuoso di energia, di competenza e di sogni inondasse un paese reso arido da un individualismo sfrenato.

Del gruppo intervistato, sono più numerose le ragazze. Floriana Chicco, Roberta De Pace, Melissa Di Terlizzi, Giorgia Giuliano, Rosa Maglio, Gurjit Kaur, Titti Russo e Anna Rita Veneziano, nelle loro risposte, non hanno lesinato proposte e critiche, mentre i giovani Luca Carulli, Pasquale Floro e Daniele Maggio hanno prospettato attività e iniziative che incitano i loro coetanei a non abbandonare il Sud.

ANTONIETTA D’INTRONO

cultura tri libriamo chiusura 03